Picasso e Burrata

by Mattia Pace

/
  • Streaming + Download

     

1.
01:44
2.
04:30
3.
04:30
4.
04:30
5.
04:30
6.
04:30

about

Picasso è un’unione di spazi e di realtà.
Un giorno, a Parigi, osservavo attentamente un Picasso e ho pensato che, in musica, mostrare tutte le dimensioni chissà come doveva essere.
Ho deciso che era prendere una canzone e farla sentire tutta contemporaneamente: strofa, ritornello, inciso, tutto.
Picasso è una canzone accartocciata su se stessa e mostrata in tutte le sue dimensioni nello stesso istante, come Picasso faceva allo spazio, ai lati, alla realtà, al punto di vista.

Sta poi all’ascoltatore scegliere a cosa dare attenzione.
A tutto, in un momento puramente estetico?
O forse ai dettagli, in uno sforzo intellettivo di decrittazione?

Picasso è una realtà lineare osservata eliminando il tempo dalle variabili dimensionali.


Burrata ha invece più parti.
Burrata nasce una sera che sarà stato agosto, faceva seriamente molto caldo; si era in Puglia a mangiare da uno chef che aveva destrutturato una burrata.
Hai destrutturato una burrata in che senso, scusa?
Nel senso che l’ho presa, e l’ho divisa nelle sue componenti base: mozzarella fuori, stracciatella dentro.
Un momento: ma questo è Picasso al contrario. Questo è ogni dimensione separata da quella prima, è una linearizzazione del compresso, è un raddoppio dell’unità.
È una realtà altrettanto immaginaria ma completamente antitetica e surreale.
Mi sono chiesto chissà com’è una canzone destrutturata, subito dopo Parigi.
Mi sa che è prendere tutte le sue componenti base e mostrarle univocamente, singolarmente, nella distruzione dell’insieme armonico che prende il nome di canzone.
Ho deciso che si mostrano i silenzi della musica e la musica stessa. Ho deciso che si sente tutto da solo, tutto separato dal resto.
Ogni componente strumentale e vocale libera dall’ingombro dell’arrangiamento, della produzione, della sua realtà.

Picasso e Burrata sono quindi due opposti.
Sono l’una l’antitesi dell’altra.
L’estrema sintesi e l’estrema analisi.
La destrutturazione e l’iperstrutturazione.

Ho volutamente scelto un nome ridicolo, volevo che nessuno prendesse sul serio la pappardella letta finora.
Volevo che si pensasse:
il bianco e il nero
il freddo e il caldo
il bello e il brutto
Picasso e Burrata.

Infine, la copertina: alla base di questo EP c’è una canzone di quelle normali, ed è una canzone che parla di Yvam, ed è una canzone che ne porta il nome.

Yvam è amore, di quelli schierati anti-sommossa ma con il cuore in mano.

credits

released October 20, 2013

Recorded, mixed and mastered by A.R.M. Productions

tags

license

all rights reserved

about

Mattia Pace Bologna, Italy

contact / help

Contact Mattia Pace

Streaming and
Download help